FacebookMySpaceTwitterDeliciousGoogle BookmarksLinkedin

DA CRISTINA NELLE MARCHE, UN GRAMMO DI SANA ISTRUZIONE


LETTERA
SFIDA PUBBLICA SUI PRODIGI
Caro Valdo, la presente per informarti che i tuoi detrattori mi hanno sfidata pubblicamente a narrare quali "prodigi" avessi fatto per me, su Facebook ed io l'ho fatto, come ti avevo partecipato in occasione della condivisione della lettera di quella ragazza malata, la cui copia ti inviai a suo tempo. E dunque eccotene il testo inviato e con esso ti partecipo il mio affetto e apprezzamento sempre più grande per la tua opera, spero di incontrarti a Bologna il prossimo ottobre. A titolo informativo, sappi che la mia lettera è rimasta senza risposta da parte del tuo acerrimo detrattore. Metto a disposizione tua e del pubblico questo mio documento, e ti chiedo di inserirlo nel blog in modo integrale.
Selene
*****
(lettera di Selene a un detrattore polemico)
TENDO A CONCILIARE PIÙ CHE A POLEMIZZARE
Caro collega di Facebook, avrai inteso che non posseggo uno spirito polemico, ma tendo più alla conciliazione degli opposti, nonostante questo, ritengo mio dovere puntualizzare il mio pensiero, laddove una persona che stimo profondamente e che tanto ha fatto per la mia vita, sia ingiuriata pubblicamente.
IL MIO È UN LIBRO APERTO E HO TUTTI I DOCUMENTI IN REGOLA
Cosa ha fatto per me Valdo Vaccaro è sotto gli occhi di tutti, medici compresi, increduli e sorpresi.
Non pretendo con la presente di convincerti su nulla, dal momento che, come hai detto tu, potrei inventare favole. Ti invito quindi a prendere visione di ciò che sostengo solo per dovere di cronaca, riservandoti se vuoi di approfondire attraverso le mie cartelle cliniche. Infatti ho mantenuto tutta la cartaccia delle mie analisi di una vita (20 anni!).
VALDO NON FA IL GURU E NON FA IL MEDICO
D'altronde, come sai, i buoni semi crescono solo in terreno fertile ed io, dopo un grande amore per la medicina e sopratutto per la fisiologia, sono ora un'acerrima nemica dello scientismo ufficiale. Vengo al dunque affinché tu non mi possa accusare di prolissità. Per me Valdo è una brava persona, nel senso più profondo del termine, non un guru né un medico, ma piuttosto un uomo attento, intraprendente e coraggioso, capace di fare della sua ricerca personale un'ispirazione per altri che vogliano informarsi. Ne avevo i mezzi, l'ho fatto.
NEL 2011 ERO ALLA VIGILIA DI TRE INQUIETANTI OPERAZIONI
Ho iniziato ad informarmi. Anzi sono stata costretta a farlo, perché nel 2011 avrei dovuto subire ben tre interventi gravosi. Il primo riguardava una grave forma di diverticolite, il secondo l'asportazione totale dell'utero miomatoso, il terzo l'asportazione della ghiandola tiroidea.
GOZZO PLURI-NODULARE E SPINTE CONCENTRICHE VERSO IL TAPAZOLE E L'EUTIROX, REGOLARMENTE RINTUZZATE
Veniamo ai fatti. Avevo un gozzo plurinodulare iniziato a manifestarsi quando ero ragazza. Anche allora ero incline a non prendere farmaci. Prima mi offrirono il tapazole quando abitavo al mare, poi suggerirono l'eutirox quando venni a vivere in montagna, nonostante i detti noduli non alterassero il funzionamento della ghiandola nel suo insieme. Per fortuna non presi nulla. I miei compagni di viaggio di allora, affetti da patologie tiroidee, sono tutti o sottoterra o vivono una vita difficile alle prese con dosaggi ormonali o con incombenti asportazioni. I medici che avevo in famiglia, oltre a suggerirmi cosa fare, non insistevano, consci dei retroscena che avrei dovuto affrontare se mi fossi operata così giovane. Devo dire che poter assumere le informazioni alla fonte è stato determinante. Così sono andata avanti nodulo, dopo nodulo per vent'anni.
COMPARSA DEI PRIMI PROBLEMI MOTORI
Dieci anni fa ho iniziato a soffrire dei primi problemi motori, nonostante la mia vita fosse "specchiata". Sono una persona che ha vissuto con moderatezza e che ha abbandonato la città a 25 anni per vivere una vita semplice e naturale in campagna, con i miei animali amati, vegetariana dal 95, astemia. Facevo però un uso smodato di caffè, zucchero, formaggi. Ho sempre avuto una buona forma fisica, perché sono una sportiva e dunque, quando, nel 2004 mi bloccai per 9 mesi a livello motorio, il medico indugiò a farmi fare una risonanza perché sembravo troppo in forma. Questo mi salvò da interventi alla colonna, perché in quel periodo ebbi modo di leggere tanto a proposito dei problemi che affrontavo. Ed era per me un periodo impegnativo di specializzazione post-laurea.
ARTRITE REUMATOIDE E DISTACCO DEFINITIVO DALLA MEDICINA UFFICIALE
Nel 2004 una grave forma di artrite reumatoide si manifestò contemporaneamente alla comparsa di ben 3 ernie, di cui una espulsa. Nel 2005 si rendeva indispensabile una laparatomaia esplorativa del colon a causa di un blocco intestinale di natura sospetta. Quell'anno sancì il mio iniziale distacco dalla medicina ufficiale. Iniziai ad applicare metodi kousminiani, risolvendo il blocco intestinale. Praticai i primi digiuni autogestiti con l'aiuto del medico austriaco Dalke e i consigli dell'istituto Broussais di Roma. I digiuni condotti furono di 15 giorni e poi di 30. Durante il primo introducevo un po' di miele e succo di mirtillo in proporzioni limitatissime (2/3 bottigliette la settimana). Nel secondo anche una mela ogni 2 giorni. I sintomi intestinali si estinsero quasi completamente, ma tendevano a ritornare alla ripresa alimentare.
MIOMA UTERINO E SPINTE AD IMMEDIATA ASPORTAZIONE
Nel 2007 mi fu diagnosticato un mioma uterino di 13 cm all'utero che richiedeva immediata asportazione a causa dei problemi che induceva, tipo grave anemia microcitica, con globuli rossi spezzettati e ridotti di volume. Anche allora ponderai a lungo e cercai di ascoltare il mio corpo senza essere indotta ad intervenire. Non conoscevo l'igienismo, nel quale avrei riconosciuto la mia tendenza naturale. Il mio ventre appariva quello di una gestante di 6 mesi, tra i problemi al colon e quelli all'utero. Nel frattempo i problemi ossei erano peggiorati e non riuscivo più ad articolare le ginocchia e soffrivo molto a livello lombare.
PRIMO CONTATTO CON VALDO
Nel 2011, grazie ad un amico neolaureato in medicina, conobbi Valdo Vaccaro e gli scrissi la prima volta, senza che lui mi prestasse molta attenzione. Riteneva il mio caso talmente estremo che la sua lettera fu solo un j'accuse dei miei atteggiamenti scorretti, come eccesso di caffè, zucchero, mancanza di cultura alimentare. Nel suo dialogare portò l'esempio di persone guarite da altri terapeuti del mondo con digiuni e succhi freschi. Nonostante il suo tono, seppe accendere qualcosa in me e iniziai allora il primo digiuno integrale gestito unicamente da me stessa.
SVILUPPI POSITIVI E MEMORABILI SPREMUTE D'UVA
L'effetto di quei 21 giorni fu eccellente e le due settimane che seguirono a spremute d'uva eccellenti. Iniziai quindi a partecipare a Valdo gli sviluppi, attendendo i suoi suggerimenti. Passai, secondo il programma proposto, ad altra frutta spremuta e centrifugata e quindi alla ripresa dell'alimentazione definitiva vegana crudista, tendenzialmente frugivora, nei mesi successivi.
RISULTATI SBALORDITIVI E PROVATI UFFICIALMENTE
I risultati immediati furono chiari: A) Eliminazione completa dei noduli tiroidei, B) Constatazione medica della remissione del mioma, C) Stato fisico splendente (con diminuzione di soli 7 kg), D)
Dolori artritici scomparsi, E) Ripristino energetico con vita tornata attivissima, F) Valori del sangue perfetti.
NON SONO MAI STATA COSÌ BENE IN TUTTA LA MIA VITA
Non sono mai stata così bene in tutta la mia vita. Sia i medici, che chi mi conosce non può che constatarlo. Ho anche scoperto che i noduli alla tiroide tendono a riformarsi quando soffro di costipazioni intestinali e quindi ho una grande attenzione in proposito.
Selene Sandonnini
*****
RISPOSTA
NON APPORTO MAI TAGLI ED AGGIUNTE
Ciao Selene. Ti ringrazio per questo prezioso documento. Nessun taglio, nessuna censura, nessuna aggiunta. Del resto non faccio mai tali operazioni. Al massimo cambio qualche virgola per rendere più scorrevole il discorso. Nel caso presente mi sono limitato a inserire i sottotitoli, secondo il mio solito sistema, inteso ad invogliare alla lettura e mai a cambiare il senso o il significato del testo.
COSA È MAI TUTTA QUESTA SARABANDA, QUESTA ESALTAZIONE?
Quanto all'ennesimo detrattore di turno, non ho il suo scritto tra le mani. Posso però dire, se vuoi per paradosso, che c'è una logica nelle sue sguaiate rimostranze. Che cavolo ti ho fatto in fin dei conti per meritarmi tanti elogi? Dove stanno i prodigi, le guarigioni, le terapie magiche e i miracoli? Chi è questo VV rompitore di scatole, privo di divina laurea in medicina e dunque automatico ciarlatano, che si permette di parlare di salute e di ribaltare i sacri concetti della sanità pubblica mondiale, ai limiti dell'abuso medico? E che, peggio con peggio, raccoglie così tanti eclatanti tripudi?
PER CARITÀ, TUTTI DAL MEDICO E NON SE NE PARLI PIÙ
Per legge, dovrei sempre scrivere all'inizio o in chiusura di ogni mia tesina, una frase liberatoria tipo "Questo è un articolo di informazione e non di terapia, per cui nessuna indicazione è da considerarsi curativa. Niente al mondo può sostituirsi al medico specialista, unica persona cui rivolgersi per il mantenimento e il recupero della salute". Questa frase, più o meno, appare persino sul testo "Vivere alcalini, vivere felici", dell'amico Andrea Grieco, nota bene medico specialista in neurologia, nefrofologia, agopuntura e psicoterapeutica. Persino i medici dimostrano di temere i medici, tanto da farsi il segno della croce
NIENTE NOIA E NIENTE FORMULE ESORCIZZANTI
Lascio immaginare a voi tutti se in ognuna delle mie 4000 tesine mi mettessi ad esprimere tale giaculatoria. Annoierei a morte chi legge e ricoprirei di ulteriore ridicolo la stessa medicina. Mancherebbe solo di inginocchiarsi e di aggiungere un ipocrita "Andate tutti fiduciosi dal medico e sarete trattati al meglio, soddisfatti, guariti o rimborsati"! Preferisco essere onesto e dire liberamente come la penso, senza falsità e senza preamboli. Ognuno usi la sua testa. Ognuno valuti. Ognuno vada dove meglio crede. Sono del resto allievo di Ippocrate, di Pitagora, di Cornaro, di Paracelso, di Ehret, di Shelton e di Mendelsohn, tutta gente che invita a non andare dal medico!
SOLO IL CIARLATANO PRESUME DI GUARIRE
In realtà nessuno al mondo guarisce e tutti gli uomini dal primo all'ultimo sono potenzialmente dei ciarlatani e dei millantatori, nella misura in cui affermano di guarire qualcuno. L'igienista non è un guru, non è un santo, non è un eroe, e non è necessariamente migliore degli altri. È un uomo con tutti i pregi e i difetti potenziali degli altri. Non andremo mica a fare razzismo professionale? Non andremo mica a fare di ogni erba un fascio e a sparare cafonate tipo "I medici sono dei lazzaroni e gli igienisti sono dei campioni"! Ciarlatani di fatto e di diritto indubbiamente sì, visto che si vantano di guarire, e visto che hanno monopolizzato immeritatamente l'intera materia terapeutica, lasciando l'elemosina e le briciole, o nemmeno quelle, a chi sta fuori dalla loro confraternita.
CHI PRATICA SCIENZA DELLA SALUTE HA DEGLI INNEGABILI VANTAGGI
Il vantaggio di chi pratica in modo trasparente Health Science o scienza della salute, come viene oggi chiamata l'igiene naturale, è quello di non illudersi, di non illudere, di non millantare. Di avere cioè le idee molto chiare su questi punti-chiave, e di seguire principi immortali che non scadono secondo le mode o gli interessi degli opportunisti di turno. Principi per i quali A) Madre Natura è la sovrana medicatrice di tutti i mali, B) Il corpo non va mai contro se stesso, C) Non esistono al mondo guarigioni ma soltanto auto-guarigioni, D) Nessuno può sospendere principi eterni come La legge di causa ed effetto, o La legge del minimo.
UN GRAMMO DI SANA ISTRUZIONE
Come scritto in testa alla mia rubrica "Conferenze Valdo 2013",  vale più un grammo di sana istruzione che un quintale di terapie. La professione medica è basata su visite, su prescrizioni, su interventi manuali e strumentali chiamati per l'appunto terapie mediche. Quanto dico, pratico e faccio nulla ha a che vedere con tali procedure.
INTOCCABILITÀ DEL SINTOMO SIGNIFICHEREBBE FINE DELLA MEDICINA
La curomania è l'ultima cosa a cui potrei pensare. Alla medicina non interessano vie auto-guaritive o vie di remissione spontanea. La medicina è semmai alla spasmodica ricerca di nuovi sintomi da aggiungere al suo vasto repertorio. Più strani e rari sono e meglio è. Diventano palestra sperimentale e vetrina esibizionistica per nuovi salvatori della patria. Medicina basata sempre sulla soppressione dei sintomi
e mai sulla soppressione dei veri fattori causanti. Un gioco assurdo al non risolvere i mali ma a sospenderli, ad allungarli, a degenerarli, a trasformarli in nuove patologie.
PRATICO LA CRIMINOSA ATTIVITÀ DEL LIBERO E GRATUITO INSEGNAMENTO
Non faccio nemmeno il terapista alternativo-naturopata, visto che seguo la scienza igienistica basata sulla "non-cura". Il nucleo centrale della mia azione è di tipo squisitamente formativo, informativo ed istruttivo. Insegno alla gente a rendersi responsabile ed autonoma, a credere nella propria capacità autoguaritiva, ad apprendere i principi fondamentali dell'igienismo e della scienza ippocratica. L'esatto opposto di quanto fa oggi, nella media, il medico.
NON CURO, NON GUARISCO E NON MEDICALIZZO
Il detrattore mi vuole spogliare di ogni esaltazione? Non c'è bisogno di dare in escandescenze, di cullare assurdi risentimenti, di esprimere opinioni nevrotiche, di rodersi il fegato, di non dormire la notte per disturbi mentali ingiustificati. Sono io il primo a decapitare le esaltazioni e a volare basso. Sono il primo a dichiarare di non aver mai guarito nessuno. E le testimonianze a centinaia e migliaia, per e-mail e direttamente di persona a tutte le conferenze? Vere, autentiche, spontanee, documentate, affidabili e credibili. Testimonianze però non di guarigione ma di auto-guarigione, e il distinguo fa una grossa differenza.
DOVE STANNO ALLORA QUESTI PRODIGI?
Cosa ti ho fatto di straordinario? Dove sta dunque il mio prodigio, cara Selene? Ho fatto quello che non fanno mai o quasi mai i medici, legati al loro interventismo, ai loro farmaci, alle loro integrazioni, ai loro vaccini, ai loro prelievi, alle loro misurazioni, alle loro asportazioni, alle loro meraviglie trapiantistiche e staminali, alle loro presunzioni di grandezza e di infallibilità.
RIMUOVERE LA SPAZZATURA NON È AZIONE DA DUE SOLDI
Ho tirato via dalla tua vita il garbage mentale e ideologico, il garbage della paura e dell'inquietudine emotiva, il garbate del farmaco e del vaccino, il garbage della integrazione e della B12, il garbage della proteina animale ad ogni costo. Garbage, tanto per intenderci, significa spazzatura. Ho cercato di rimuovere dalla tua mente incrostazioni che duravano da troppo tempo. Ho tentato di mettere il tuo corpo in condizioni di riprendersi e di auto-guarire.

ALIMENTI STREPITOSI MA SEMPRE PRIVI DI POTERI MIRACOLANTI
La frutta e le verdure crude, per quanto straordinarie e decisive siano, rimangono mezzi naturali e semplici, privi di poteri miracolosi come qualcuno vorrebbe affermare. Sono miracolosi nel procurare al corpo un risparmio energetico-digestivo-enzimatico, visto che, assunti nei modi e nei tempi giusti, ti alimentano e ti ripuliscono nel contempo, senza effetti collaterali.
QUALCOSA DI BUONO POTREI ANCHE AVERLO FATTO
Ti ho offerto informazioni veraci e controcorrente. Informazioni che hai saputo valutare, soppesare e sperimentare con grande merito personale. Informazioni che si sono trasformate in scelte e in risultati. Non ti ho curata e non ti ho guarita, ma probabilmente ho contribuito a rimuovere ostacoli ed ostruzioni, a metterti sulla giusta carreggiata. Primo non nuocere, diceva Ippocrate. E mi pare di non averti causato danni. Niente danni, niente traumi emozionali ma tanta demarcazione e tanta segnaletica intorno al giusto percorso da seguire. Un grammo di sana istruzione. A qualcuno può sembrare poco!
Valdo Vaccaro

Read more RATE_LIMIT_EXCEEDED